Ti trovi qui:Attualità»Notizie delle aree protette»Il Parco naturale regionale Gruyère Pays-d’Enhaut

Il Parco naturale regionale Gruyère Pays-d’Enhaut

Mercoledì, 25 Aprile 2012
  • Paese Switzerland
  • logo

 Situato nei cantoni svizzeri di Vaud e Friburgo, fra la Riviera vaudoise (Montreux) et Bulle, fra Gstaad e Gruyères, il Parco naturale regionale Gruyère Pays-d’Enhaut mostra un’identità prealpina e rurale ancora preservata e, fin dal XIX secolo, anche una spiccata vocazione turistica.

La gran parte del Parco si colloca fra gli 800 e i 2000 m e si declina in un mosaico di villaggi, di frazioni, di prati, di alpeggi, di zone di montagna e di boschi. È possibile osservare una grande ricchezza naturale, sia paesaggistica che animale e vegetale. Notevoli biotopi e geotopi testimoniano le zone preservate e privilegiate per una flora ed una fauna ricca e diversificata : le riserve del Vanil Noir, della Pierreuse e della valle dell’Étivaz, tutte gestite dall’associazione Pro Natura , ne sono l’espressione.

L’agricoltura é imperniata sulla produzione di latte bovino (più di 26 milioni di chili all’anno) con circa 230 aziende agricole. Tre formaggi sono riconosciuti ed è stato attribuito loro un marchio di qualità: l’Étivaz AOC, il Gruyère AOC e il Vacherin Fribourgeois AOC. L’economia regionale si poggia su uno sviluppo turistico (stazioni sciistiche, sport e tempo libero, hotel e case di vacanza) distribuito in modo diseguale sul territorio.  

 Nel febbraio 2006 è stata fondata l’associazione Parco naturale regionale Gruyère Pays-d’Enhaut, con lo scopo di creare e gestire un parco naturale regionale. La sua organizzazione è basata su due principi : il rispetto delle prescrizioni federali che esigono che i comuni detengano il potere decisionale, e l’incitamento ad un impegno popolare degli attori locali. In questo modo i comuni si occupano principalmente del ruolo di animazione e di emulazione mentre il settore agricolo, quello turistico e quello economico si occupano dell’azione e della realizzazione dei progetti.

Per ottenere la denominazione di «parco di importanza nazionale» il progetto verrà formalizzato nel gennaio del 2011 attraverso la consegna di una carta che specificherà tutte le dimensioni del Parco, del suo territorio, del suo finanziamento, delle azioni e degli obiettivi. Essa è costituita da tre documenti : il contratto di Parco (che lega i comuni e l’associazione sia dal punto di vista finanziario che strategico : perimetro, obiettivi, organizzazione e responsabilità, contributi finanziari comunali), la parte descrittiva del territorio e il piano di gestione per la fase operativa (i 10 anni di validità della denominazione di parco, ovvero dal 2011) che comprende la pianificazione su 10 anni e il piano di azione per 4 anni.  

  Parco naturale regionale Gruyère Pays-d’Enhaut
Place du Village 6
CH – 1660 Château-d’Œx
Tel. +41 26 924 76 93 begin_of_the_skype_highlighting +41 26 924 76 93 end_of_the_skype_highlighting
Fax. +41 26 924 79 97
info@pnr-gp.ch

www.pnr-gp.ch

 

Carta d'identità:

 

Nome dell'area protetta

 

 

Nome dell'organismo di gestione (se diverso)

-

Paese

Svizzera

Superficie (ha)

50 246

Anno di creazione

2011

Categoria(e) UICN

-

Statuto giuridico

Candidato parco naturale regionale (parco svizzero d'importanza nazionale)

Regione(i) interessate

Cantone di Friburgo valli della Jogne e dell'Intyamon), Cantone di Vaud (Pays-d'Enhaut, Rochers-de-Naye).

Numero di comuni

14

Punto più basso (altitudine) in m

372

Punto più alto (altitudine) in m

2 548

Abitato/Non abitato (se sì, popolazione)

12 585 abitanti (2009)

Superficie dei boschi

circa 20 000 ha

Superficie dei ghiacciai

0 ha

Superficie dei pascoli

circa 17 000 ha

Principali tipi di paesaggio

Paesaggio prealpino costituito essenzialmente da boschi, prati, pascoli, pareti rocciose e detriti. Insieme di villaggi, frazioni e alpeggi.

Fauna rappresentativa

Stambecco, camoscio, marmotta, picchio tridattile, pernice bianca, fagiano di monte, stiaccino.

Flora rappresentativa

Narciso a fiore raggiato, genziane di Esculapio, aquilegia alpina, giglio di monte.

Maggiori attrazioni turistiche

Castello di Chillon, Grand Chalet di Rossinière (residenza del pittore Balthus), chalet dimostrativi della produzione del formaggio (Col de Jaman, Maison de l'Etivaz), riserve naturali (Vanil Noir, La Pierreuse, Vallée de l’Etivaz)

Centro(i) visitatori (numero, nomi, temi)

Inaugurazione del primo Punto informazioni nella casa dell'Étivaz a primavera 2011. Sono previsti altri Punti informazioni che saranno dislocati in luoghi chiave del Parco.

Sito internet

www.pnr-gp.ch

Personale (numero di impiegati)

6 più stagisti

Accesso

Da Bulle : treno TPF (in direzione di Montbovon) e autobus (in direzione di Charmey).
Da Montreux o De Spiez e Zweisimmen : treno Golden Pass (MOB).
Da Aigle : treno ASD per Le Sépey e poi auto postale per Les Mosses, L'Etivaz e Château-d'Œx.